COME RISPARMIARE CORRENTE ELETTRICA

COME RISPARMIARE CORRENTE ELETTRICA
COME FARE A RISPARMIARE CORRENTE ELETTRICA
Diminuire il consumo di energia elettrica in casa è d'obbligo in tempi in cui la bolletta sale nei suoi costi fissi a causa dell'aumento del petrolio (così dicono). Come ridurre i consumi di energia elettrica ? Come fare a diminuire i consumi energetici in casa senza ricorrere ad un intervento di un ingegnere ? Oggi vediamo alcuni piccoli accorgimenti, alcuni piccoli metodi e consigli utili per la riduzione efficace della corrente elettrica in casa. Vi sembrerà strano ma ne sprechiamo davvero tanta. Vediamo come fare a risparmiare corrente elettrica, energia elettrica e quindi avere una bolletta meno salata. Nonostante vi sia stata l'apertura dei mercati dell'energia per una libera concorrenza, le bollette sono sempre più salate e se non facciamo noi qualcosa nel nostro piccolo, non potremo vedere significativi risparmi.

Piccoli ma utilissimi metodi che ci permetteranno per lo meno un risparmio del 5 per cento della bolletta ogni 2 mesi o anche ogni mese. Se possedete una casa molto grande con molte luci, prese, TV per ogni stanza, radio, vari elettrodomestici, allora vedrete come sarà importante il livello di risparmio.
COME RISPARMIARE CORRENTE ELETTRICA
UTILI CONSIGLI PER RIDURRE I CONSUMI ENERGETICI IN CASA
1. Luci e lampade a basso consumo : è ormai da molto tempo che le luci a basso consumo sono entrate nelle nostre case o comunque nel mercato. Al di là della loro forma particolare, quasi a spirale, esse hanno una caratteristica fondamentale e cioè quella di fare luce come le comuni lampadine a incandescenza ma a parità di watt ne offrono molto di più. Ad esempio una lampadina fluorescente da 7 watt fornisce la luce di una da 40 watt però a incandescenza. Inoltre la durata di queste lampadine a basso consumo è superiore ed ancora esse possono essere collegate ad un dimmer per gestirne la luminosità. Quindi possiamo tenerle accese al mattino con una minima intensità facilmente regolabile dal dimmer per poi aumentarla alla sera. Immaginate ora di avere 10 stanze ed andare in queste ad accendere e spegnere ogni volta e più volte durante il giorno. Senza parlare di quelle esterne che magari la notte rimangono sempre accese. Il risparmio si vedrà in bolletta a fine anno. Infine ne esistono di diversi tipi e forme ed anche di colore di luce. Il costo di esse è per adesso superiore alle vecchie lampadine ma come detto durano molto molto di più.

2. Prese di corrente : quante volte lasciamo le spine attaccate alle prese di corrente. Sapevate che una TV completamente spenta e quindi non in standby ma con la spina attaccata alla presa consuma corrente ? Certo, se in standby una TV di oggi consuma meno di 1 watt, spenta e con spina attaccata consumerà molto molto meno ma immaginate di avere 3-4 TV spente ma collegate alla rete, una lavatrice, 2 radio, 2 computers, ecc.., ecc... Capirete che il consumo di questi oggetti, anche spenti, aumenterà. Quindi è sempre consigliabile quando non si utilizza un elettrodomestico, un oggetto elettronico per molto tempo, scollegarlo dalla presa al muro. Stesso dicasi per le ciabatte che non basta che siano spente dall'interruttore. La verifica di questo ce l'avete quando avete magari una TV spenta ma collegata alla presa ed un fulmine la brucia lo stesso. Come mai ? Questo avviene perchè dalla presa passa sempre un minimo di elettricità.

3. Stand by dispositivi : e qui siamo allo standby dei vari apparati elettronici. Quante volte lasciamo per tutta la notte o il giorno TV, PC in standby ? Sapete che il consumo di una TV in questo stato è di meno di un watt ? Direte voi che un watt è pochissimo ma pensate di avere 4-5 dispositivi in standby per molte molte ore e per tutto l'anno. Il consumo si vedrà in bolletta. Quindi quando non occorre spegnete direttamente PC e TV ed altri dispositivi che utilizzano lo standby.

4. Lavare dopo le 18 : saprete che esistono oggi delle cosiddette fasce orarie in cui il consumo di corrente costa meno. Lavare la sera dopo le 18 e nei fine settimana porta ad un risparmio notevole. E così utilizzare scaldabagni ed altro. Se non proprio necessario tenete presente le fasce orario di minor consumo che il vostro fornitore di corrente mette a disposizione e fatene buon uso.

5. Scaldabagni da accendere solo per un pò : Gli scaldabagni a corrente consumano molto. Un grosso scaldabagno per riempirsi di acqua e portarla fino alla temperatura stabilita può impiegare varie ore. Varie ore ed anche più di un KW di consumo istantaneo. Ora che senso ha accendere uno scaldabagno per ottenere magari una temperatura troppo calda di acqua che poi dobbiamo miscelare con quella fredda ? Impostiamo una temperatura più bassa per l'acqua calda ed accendiamo lo scaldabagno per solo circa una mezz'oretta, all'occorrenza. L'acqua ci impiega poco ad arrivare a temperatura e basterà per farci una doccia. Così, utilizzatolo, spegnamolo. Vale lo stesso per gli scaldabagni che si utilizzano per fare acqua calda per lavare i piatti in cucina.

6. Pannelli solari per riscaldare acqua : è inutile ricordare l'importanza ed il notevole risparmio dei pannelli solari. Essi sono ormai molto diffusi. Costano tantissimo ma il risparmio è garantito oltre al fatto che la manutenzione è minima. È possibile oggi installare pannelli solari per la fornitura di energia elettrica e/o il riscaldamento dell'acqua calda. Creare un impianto di riscaldamento e di corrente elettrica con pannelli solari significa avere un risparmio notevolissimo. Certo non durante tutto l'anno potremo usufruire dell'energia del Sole ma anche solo 3 mesi significa molti e molti euro risparmiati.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss
Condividi su :

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricevi le news in e-mail :

Iscriviti al mio FEED RSS Il Miglior Web feed rss

Contattaci

Statistiche

Viral News by 4W MarketPlace