PER QUALE MOTIVO SCOPPIÒ LA RIVOLUZIONE FRANCESE

PER QUALE MOTIVO SCOPPIÒ LA RIVOLUZIONE FRANCESE
PER QUALE MOTIVO SCOPPIÒ LA RIVOLUZIONE FRANCESE
Avrete certamente sentito parlare della famosa "presa della Bastiglia", uno degli avvenimenti più importanti della rivoluzione francese scoppiata nel periodo che va dal 1788 al 1799. Questa rivoluzione segna un importante passo verso il progresso ma anche verso l'ottenimento di importanti diritti da parte del cittadino con la sconfitta della monarchia assoluta e l'avvento della repubblica in Francia. Ma per quale motivo scoppiò la rivoluzione francese ? Quali le principali cause ? Vediamo di farne un breve sunto adatto a ragazzi di scuola media che devono fare una ricerca scolastica non molto approfondita sull'argomento.

LE CAUSE DELLA RIVOLUZIONE FRANCESE
La Francia era sotto la monarchia assoluta di Luigi XVI che offriva molti privilegi a nobiltà e clero ma non al terzo stato. Il popolo era infatti suddiviso in tre classi di cui il terzo stato era quella più povera. Le spese per guerre passate sostenute dal popolo francese, le continue tasse che aumentavano, l'aumento del prezzo del pane fino a livelli tali da non poter essere comprato dal popolo ed infine le assurde regole dei diritti feudali che vedevano strappate delle terre ai contadini a favore dei nobili, portò un tale malcontento tra il popolo e non solo che un'area di ribellione e cambiamento era oramai alle porte, anche considerando la corrente dell'Illuminismo che si stava diffondendo tra i ceti più alti e quindi tra nobiltà e borghesia.
PER QUALE MOTIVO SCOPPIÒ LA RIVOLUZIONE FRANCESE
I TENTATIVI DI RIMEDIARE ALLA SITUAZIONE ECONOMICA GRAVE
La monarchia tentò in tutti i modi nel corso degli anni a venire di cambiare, modificare il sistema tributario e fiscale per migliorare la situazione ma quando durante delle riunioni tra rappresentanti si scoprì che le spese sostenute dalla monarchia erano maggiori delle entrate fiscali, allora si capiì benissimo che la situazione ai vertici doveva cambiare. Ecco un susseguirsi di rappresentanti nel Parlamento fino ad arrivare alla formazione degli Stati Generali e successivamente all'Assemblea Nazionale dove il terzo stato ebbe da dire la sua e fece la sua parte. Con l'Assemblea Nazionale il popolo sembrò avere in pugno la situazione con molte tasse che vennero abolite ma il Re decise ad un certo punto di impedire altre riunioni dell'Assemblea Nazionale e di annullare tutti i decreti fin qui attuati. Il desiderio del Re di rimettere tutto in sesto non trovò i consensi nemmeno di clero e nobiltà a tal punto che il 9 luglio 1789 nacque l'Assemblea Nazionale Costituente.

LA PRESA DELLA BASTIGLIA
Il 14 luglio 1789 viene ricordato sui libri di storia come una data importante per la rivoluzione francese. In realtà la cattura della Bastiglia non fù un avvenimento così importante dato che fù considerato alla stregua di un qualasiasi altro tumulto avvenuto in quegli anni di rivoluzione. Sarà solo dopo, a fine rivoluzione che pian piano verrà assunta come evento simbolo nella storia della Francia. Durante i numerosi tumulti che il popolo mise in atto nella città di Parigi e nei suoi sobborghi, ad un certo punto, dopo aver dato alle fiamme la maggior parte degli ingressi alla città, decise di marciare contro la Bastiglia, una vecchia torre adibita a carcere dove però erano ormai detenuti solo poche persone ma che era uno dei simboli dell'Ancien Règime.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss
Condividi su :

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricevi le news in e-mail :

Iscriviti al mio FEED RSS Il Miglior Web feed rss

Contattaci

Statistiche

Viral News by 4W MarketPlace