SIGNIFICATO DELLA CADUTA DEI DENTI

Cosa significa sognare di perdere i denti ? Sognare di essere senza denti ? I denti nei sogni spesso vengono associati ...

SITI PER FARE ANALISI GRAMMATICALE

Quanti di voi cercano online aiuto per risolvere esercizi di grammatica riguardo l'analisi grammaticale e logica ...

SOGNARE DI UCCIDERE UNA PERSONA

Vi siete mai trovati di fronte a sogni in cui incredibilmente uccidete una qualche persona sconosciuta o addirittura ...

COSA SIGNIFICA SOGNARE ANIMALI

Gli animali nei sogni sono, da tradizione, sempre stati legati agli istinti dell'uomo. I cosiddetti istinti ...

SOGNARE DI DARE UN BACIO SULLA GUANCIA

Che significato ha sognare di ricevere uno o più baci nel mondo onirico ? A chi non è mai capitato di fare sogni ...

TESTO E ACCORDI PER CHITARRA DELLA CANZONE DEL SOLE

TESTO E ACCORDI PER CHITARRA DELLA CANZONE DEL SOLE
TESTO E ACCORDI PER CHITARRA DELLA CANZONE DEL SOLE GRATIS
"Le bionde trecce e gli occhi azzurri e poi ..." Questo l'inizio di una delle più belle canzoni italiane di tutti i tempi scritta e suonata dall'indimenticabile Lucio Battisti in collaborazione con Mogol. Chi inizia a suonare la chitarra non può non imparare pezzi del genere e per chi non l'avesse capito stiamo parlando della famosissima "Canzone del Sole". Oggi, se siete amanti della bella musica italiana d'autore e vi piace strimpellare la chitarra, allora vediamo testo ed accordi per chitarra e non solo della Canzone del Sole, gratis da stampare. Dove scaricare il testo ? Lo vedremo più in la.

C'è un motivo per cui questa canzone viene suonata spesso ed è la semplicità della sua struttura armonica e ritmica. Una serie molto semplice di accordi in triade base (quattro per la precisione) ed una ritmica stoppata o all'occorrenza libera ma molto facile da apprendere, sono alla base del successo di un brano che ha un testo e melodia bellissimi. Prima di indicarvi il sito dove trovare e scaricare il testo completo con gli accordi messi nei punti giusti di esso, voglio ricordarvi quali sono gli accordi base da utilizzare :
TESTO E ACCORDI PER CHITARRA DELLA CANZONE DEL SOLE
ACCORDI BASE DELLA CANZONE DEL SOLE - LUCIO BATTISTI
I quattro accordi base sono : LA MI RE MI che si ripetono nella stessa sequenza per tutta la canzone. Ecco alcune strofe iniziali del brano con la giusta disposizione di accordi. È preferibile prendere gli accordi in prima posizione sulla chitarra e ricordatevi che vi sono due giri a vuoto con i soliti quattro accordi prima che inizi il canto :

La Mi Re Mi
La Mi Re Mi


La           Mi                 Re          Mi
   Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi
La           Mi          Re    Mi
   le tue calzette rosse
La         Mi          Re       Mi
   e l’innocenza sulle gote tue
La              Mi            Re    Mi
   due arance ancor più rosse
La         Mi         Re       Mi
   e la cantina buia dove noi
La        Mi         Re    Mi
   respiravamo piano
La          Mi          Re         Mi
   e le tue corse l’eco dei tuoi no o no
La           Mi          Re    Mi
   mi stai facendo paura

Vi lascio con un video della canzone in modo che possiate ascoltare anche la parte d'accompagnamento  che si sviluppa sulla chitarra. Dopo il video trovate il link per andare a scaricare la versione completa del testo con gli accordi :

SCARICA GRATIS TESTO E ACCORDI CANZONE DEL SOLE DA QUI
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


DOWNLOAD CALENDARIO DELL'ANNO 2016 IN PDF GRATIS DA STAMPARE

2016
DOWNLOAD CALENDARIO DELL'ANNO 2016 IN PDF GRATIS DA STAMPARE
"Voglio trovare, scaricare e stampare un calendario per l'anno 2016 del tipo orizzontale o verticale. Dove posso fare una ricerca mirata ?". Cercare un calendario adatto per le nostre esigenze online gratis oggi è possibile grazie a due siti italiani (anche se ve ne sono altri per la verità) davvero molto interessanti. Il download del calendario dell'anno 2016 in formato PDF gratis da stampare è possibile su CALENWEB e MARBARO. Davvero due siti eccellenti dove trovare moltissime tipologie di calendario. Da quello con tutti i mesi compresi su un unico foglio a quello con le festività, con il numero di settimane e poi calendari orizzontali e verticali anche del tipo planner, cioè formato agenda. Il formato PDF poi è facilmente stampabile. Chi volesse invece crearsi un calendario personalizzato con immagini e testi può trovare molti programmi gratis da scaricare ed installare descritti in questo articolo.

CALENWEB.COM : sito che frequento spesso e da cui ho scaricato un calendario molto bello, simile per ogni anno ma davvero molto interessante nel suo stile, colorato e soprattutto completo dei giorni, mesi, festività italiane e con le settimane che vengono numerate in maniera corretta. Soo due in realtà i calendari 2016 scaricabili da questo sito. Uno rappresenta un semplice planner annuale orizzontale 2016 con i mesi da Gennaio a Dicembre e l'altro un planner annuale orizzontale 2016 con le festività italiane. Entrambi scaricabili in formato zip che contiene il file PDF stampabile. Sul sito troverete calendari già pronti per gli anni futuri fino al 2020. Inoltre calendari scolastici, mensili e per orari settimanali.
DOWNLOAD CALENDARIO DELL'ANNO 2015 IN PDF GRATIS DA STAMPARE
MARBARO.IT : davvero un altro bel sito con a disposizione calendari e planner da poter stampare su carta formato A4 e A3. Davvero molto interessanti e con uno stile semplice ma accattivante. In particolare il calendario per l'anno 2016 presenta il numero delle settimane e le festività italiane. Inoltre vengono messi a disposizione spazi vuoti bianchi per poter prendere un qualche appunto su di esso. Il calendario è di tipo orizzontale appendibile anche a muro se lo si stampa su cartoncino. IL suo formto è in PDF. Interessanti sono anche i diversi planner di tipo orizzontale messi a disposizone per il download gratuito. Colorati e davvero molto utili, sempre in formato PDF da scaricare e stampare gratis.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME UTILIZZARE TUTTI I SERVIZI ONLINE DEL CITTADINO SUL SITO UFFICIALE DELL'INPS - RICHIESTA PIN

COME UTILIZZARE TUTTI I SERVIZI ONLINE DEL CITTADINO SUL SITO UFFICIALE DELL'INPS - RICHIESTA PIN
COME UTILIZZARE TUTTI I SERVIZI ONLINE DEL CITTADINO SUL SITO UFFICIALE DELL'INPS - RICHIESTA PIN INPS
Oramai si accede a molti servizi online (pensiamo anche solo a quelli bancari) per poter svolgere determinate azioni. Diventa obbligatorio per molti enti statali mettere a disposizione sul proprio sito documenti, notizie, informazioni ma soprattutto diventa obbligatorio permettere ai cittadini di richiedere direttamente online e telematicamente qualsiasi cosa. È il caso del sito dell'INPS che permette oggigiorno di fare moltissime operazioni semplicemente avendo a disposizione un pin personale di accesso. Ma come utilizzare tutti i servizi online del cittadino sul sito ufficiale dell'Inps ? Quali i passi da seguire per richiedere il proprio pin Inps ? Come agire per usare il pin Inps la prima volta ? "Se ho perso, smarrito il pin, come posso ottenerne uno nuovo ?" La prima cosa da fare è la richiesta del pin inps. Esso permette di registrarsi in maniera univoca e di accedere al proprio cassetto previdenziale, fare richieste di domande di pensione, di malattia, ecc...

Addirittura è possibile stampare il proprio CUD e se si è pensionati è obbligatorio farlo perchè non viene più spedito a casa. Ecco che quindi oggi descriviamo come sfruttare la pagina relativa al pin che per la prima volta bisogna richiedere. Poi si potrà attivarlo ma anche revocarlo, ripristinarlo o convertirlo. Ecco le voci che troverete accedendo al menù relativo alla gestione del vostro pin da qui.

RICHIESTA PIN : cliccando su questo pulsante si può iniziare la procedura online per fare richiesta del pin la prima volta. Bisogna avere a disposizione i propri dati personali come il codice fiscale ad esempio perchè durante le fasi della registrazione ci verranno richiesti. Prima di partire con la richiesta leggete le Info accedendo sull'icona relativa. Ricordo che anche tramite numero verde (che trovate nella sezione pin) potete richiedere il codice univoco.

ATTIVAZIONE PIN : una volta fatta richiesta il pin giunge a casa tramite posta cartacea e dobbiamo inserirlo per poter poi così ottenere altre 8 cifre. Infatti quello che ci arriva è composto di 8 cifre a cui ne mancano altre 8. Inseriamo le cifre dove richiesto ed otteniamo le altre per completare l'attivazione che richiede l'inserimento di altri dati perosnali. Anche qui cliccate sul pulsante Info per leggere esattamente come eseguire la procedura.
COME UTILIZZARE TUTTI I SERVIZI ONLINE DEL CITTADINO SUL SITO UFFICIALE DELL'INPS - RICHIESTA PIN
REVOCA PIN : può succedere di non aver più bisogno del pin oppure durante la sua attivazione avete sbagliato ad inserire i vostri dati ed ecco che questa procedura serve proprio ad annullare il pin oggetto dell'errore. Leggete sempre le Info per conoscere la procedura con esattezza.

RIPRISTINO PIN : questo pulsante permette di eseguire una operazione tra le più importanti perchè purtroppo a non pochi può succedere di perdere il pin in uso o di non ricordare la password di accesso. Ecco che possiamo quindi annullare il vecchio pin che non sarà quindi più utilizzabile e fare richiesta di uno nuovo di zecca.

CONVERSIONE PIN : chi utilizza servizi di Home Banking sa, molto probabilmente perchè lo utilizza, cosa è un pin di tipo dispositivo. Oltre al pin per entrare nel sito viene fornito un pin dispositivo che permette di eseguire determinate operazioni che richiedono un livello di sicurezza elevato. Anche sul sito dell'Inps possono essere eseguite operazioni molto delicate come le domande di particolari prestazioni. In questo caso occorre quindi convertire il pin in uno appunto detto dispositivo che permetterà di accedere a sezioni dove poter eseguire particolari domande. Leggete sempre come eseguire la procedura di conversione in maniera corretta cliccando sul pulsante delle Info.

RICHIESTA E GESTIONE PIN INPS ONLINE DA QUI
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


PER QUALI MOTIVI POSSONO RITARDARE LE MESTRUAZIONI

PER QUALI MOTIVI POSSONO RITARDARE LE MESTRUAZIONI
PER QUALI MOTIVI POSSONO RITARDARE LE MESTRUAZIONI
Il problema che affligge numerose donne è certamente legato alle proprie mestruazioni e soprattutto a quando essere tardano a venire. Generalmente dovrebbero seguire un ciclo molto regolare ma spesso in realtà non è così. Perchè ? Per quale ragione, quali le cause, per quali motivi possono ritardare le mestruazioni in una donna ? Ovviamente giunti in menopausa esse non si presentano più e quindi il problema è relativo a donne più giovani che non appena vedono un ritardo cominciano magari subito a pensare di essere incinta o di avere qualche serio problema.

Le cause che portano a ritardare la comparsa del ciclo nelle donne possono essere diverse, alcune possono essere serie perchè possono appunto riguardare uan gravidanza o uno stato di squilibrio a livello ormonale e che per cui bisogna capirne le cause. Ma elenchiamo le possibili ragioni di un ritardo :
  1. Periodo stressante
  2. Traumi subiti
  3. Problemi di infertilità
  4. Uso ed abuso di farmaci
  5. Squilibri a livello ormonale
  6. Cambiamenti nel clima molto rapidi
  7. Cambiamenti di peso in breve tempo
PER QUALI MOTIVI POSSONO RITARDARE LE MESTRUAZIONI
Come vedete alcune cause sono legate all'ambiente in cui viviamo, quindi al clima ad esempio. Altre sono strettamente legate al nostro fisico che può subire traumi o che può aumentare o diminuire di peso in tempi troppo rapidi. Diciamo subito che il ritardo è legato all'età della donna. Donne molto giovani, soprattutto le ragazze che hanno avuto il primo ciclo, possono andare incontro spesso a irregolarità nei tempi di manifestazione del ciclo. Esso invece si stabilizza sempre più con l'età che avanza.

Uno dei fattori importanti che contribuisce al ritardo del ciclo in molte donne è il peso e la propria alimentazione. Donne bulimiche ed anoressiche noteranno certamente un cambio nei tempi di manifestazione del loro ciclo. Chiaro che qui siamo di fronte a problemi davvero molto seri che andrebbero risolti immediatamente. Anche solo perdite o acquisti di peso repentini possono portare a ritardare la comparsa delle mestruazioni. Ma la causa più diffusa del ritardo in molte donne è certamente lo stress. Esso può talmente essere presente nella vita di oggi che può essere facilmente la causa di questi ritardi.

Vi consiglio di approfondire l'argomento su un sito molto ben costruito e pieno di ottime informazioni : MEDICINA360.COM. Potrete leggere altro riguardo questo problema femminile che qui ho descritto a grandi linee.

VAI SU MEDICINA360.COM ED APPROFONDISCI L'ARGOMENTO QUI
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


QUANDO E PERCHÈ PUÒ SCOPPIARE LA RUOTA DI UN'AUTO O MOTO

QUANDO E PERCHÈ PUÒ SCOPPIARE LA RUOTA DI UN'AUTO O MOTO
QUANDO E PERCHÈ PUÒ SCOPPIARE LA RUOTA DI UN'AUTO O MOTO
Per quale motivo esplode un pneumatico ? Perchè gli pneumatici scoppiano o possono scoppiare in certi casi ? Quali le cause di una gomma dell'automobile che esplode o che fora ? La sicurezza al volante è fondamentale per risparmiarci guai successivi ad incidenti che possono coinvolgere noi ma soprattutto altri che non hanno colpa. La prima cosa da fare è tenere sempre al meglio dell'efficienza i nostri pneumatici sia sulla moto che sull'auto o su qualsiasi altro mezzo di trasporto. Ma quando e perchè può scoppiare la ruota di un'auto o moto ?

Certamente è più facile che un pneumatico ceda magari perchè la pressione era troppo bassa e si è fatto un percorso di strada molto lungo piuttosto che scoppi. Lo scoppio avviene quando la pressione è davvero molto alta. Se si prende qualche detrito tipo un chiodo o un buco, molto probabilmente non ci sarà lo scoppio improvviso ma la gomma si sgonfierà ed affloscerà dopo un pò di strada, a volte anche dopo chilometri se il foro è minuscolo. Vediamo di capire i principali motivi che possono portare ad una défaillance della gomma.

CAUSE PER LO SCOPPIO O CEDIMENTO DI UNA RUOTA

1 : tenere nel box o ferma parcheggiata in strada un auto non fa bene perchè le gomme possono ovalizzarsi e perdere pressione, soprattutto se il pavimento non è perfettamente piano o stabile. Quindi anche se non la si utilizza sarebbe meglio ogni tanto farla muovere e controllare la pressione delle gomme.

2 : sapevate che una gomma può sopportare un certo numero di chili ? Quindi assicuratevi quanti siano i chili che sopportano quelle che sono montate sulla vostra auto e fate in modo di rispettarne i limiti quando la caricate. Lo scoppio in questi casi è molto probabile. Ricordatevi inoltre di controllare sul libretto quanto peso può sopportare l'auto in sè.

3 : il fatto che il battistrada di una gomma sia a posto non significa che lo sia tutta la gomma. Mediamente una gomma non deve vivere più di 5 anni. Se notiamo che il battistrada c'è ancora assicuriamoci che però la gomma non sia indurita perchè se lo è, ha perso la sua elasticità. Degli scuarci durante il cammino sono quindi probabili.
QUANDO E PERCHÈ PUÒ SCOPPIARE LA RUOTA DI UN'AUTO O MOTO
4 : quando si fanno percorsi molto lunghi specialmente di estate, le temperature delle gomme possono raggiungere livelli esagerati e quindi occhio a fermarsi e controllare se possibile questo fattore.

5 : escrescenze, bozzi, segni sul battistrada sono sintomo di qualcosa che non va. Potreste accorgervene sentendo delle vibrazioni tramite volante oppure no. Se notate dei segni andate subito da un gommista per il controllo di routine.

6 : dovete sempre dare la giusta pressione alle vostre gomme come da libretto d'auto. Evitate il fai da te con compressori non buoni ma meglio andare da un gommista che saprà calibrare per bene la quantità di aria da immettere in ogni gomma. Le pressioni per le gomme di avanti di un'auto sono diverse da quelle di dietro.

7 : Ogni circa 10 mila km è sempre consigliato fare una inversione di gomme. Quelle davanti vanno messe al posto di quelle di dietro e viceversa. Questo porterà a consumarle tutte in egual modo e quindi a farla durare di più.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME EVITARE LA CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE

COME EVITARE LA CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE
COME EVITARE LA CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE
Come fare per rimediare al fastidioso fenomeno della condensa d'acqua che si forma sui vetri delle finestre dalla parte interna della casa ? Un fenomeno davvero brutto a vedersi e che naturalmente ha a che fare con le temperature esterne ed interne. Vedremo oggi quali le cause e quali i rimedi, vedremo come fare ad evitare la condensa sui vetri delle finestre del bagno, della camera da letto, del salotto, ecc...

Partiamo subito col dire che questo fenomeno è tipico della stagione invernale e cioè quando la temperatura esterna differisce molto da quella interna delle abitazioni. Le abitazioni di oggi vengono costruite con un occhio di riguardo al risparmio energetico ma uno dei problemi a cui si va incontro è proprio la mancanza di circolazione di aria fresca all'interno di esse. Pensiamo infatti alle finestre con doppi vetri e gas interni che impediscono al caldo di entrare d'estate ed al freddo di entrare d'inverno. Purtroppo è proprio la differenza di temperatura che fa precipitare l'acqua fino al punto da formare le gocce di condensa che sotto gli zero gradi diventano ghiaccio. Ma la causa principale della formazione della condensa sui vetri è l'umidità presente nell'appartamento. Maggiore è l'umidità, maggiore sarà la condensa che si formerà.

Ecco allora cosa possiamo fare per rimediare o meglio prevenire la formazione di condensa. Due cose molto importanti innanzitutto :
  1. Aumentare le temperature interne nelle stanze interessate dal fenomeno.
  2. Ridurre la quantità di umidità nell'aria.
Possono anche essere fatti degli interventi sulle finestre per innalzare i gradi del vetro e delle parti a contorno di esso per fare in modo che la condensa si formi solo con la presenza di un grado di umidità più elevato ma non sempre questo è possibile.
COME EVITARE LA CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE
Ma il miglior rimedio per evitare gocce di condensa è certamente arieggiare in maniera efficare le stanze dell'abitazione due - tre volte al giorno. Esistono diversi metodi di ventilazione, migliori della classica apertura delle ante delle finestre, che possono raffreddare troppo presto gli ambienti.

Ma quali sono i reali effetti del fenomeno della condensa ma soprattutto le conseguenze ? Al di là del brutto effetto estetico che comunque in una casa pulita ed ordinata fa molto, una condensa molto importante può far gocciolare acqua per terra e se si possiede un parquet capite che il problema diventa serio. Ma non solo, perchè se la condensa diventa ghiaccio con temperature molto basse, il ghiaccio potrebbe rendere difficile l'apertura delle stesse porte e finestre.

Per non parlare poi del fenomeno della formazione delle muffe. E si perchè se l'umidità percepita all'interno della casa e rispetto alle pareti di essa, si mantiene ad un valore alto per un certo periodo di tempo, allora abbiamo la formazione di zone di muffa che possono interessare non solo vetri e parte interna di porte e finestre ma anche le pareti. La muffa porta con sè agenti batterici nocivi anche per la nostra salute ed immaginate di avere bambini in casa.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME RIMEDIARE ALLE DOPPIE PUNTE DEI CAPELLI

COME RIMEDIARE ALLE DOPPIE PUNTE DEI CAPELLI
COME RIMEDIARE ALLE DOPPIE PUNTE DEI CAPELLI
Come fare per evitare la comparsa delle doppie punte nei nostri capelli ? Le doppie punte sono un dramma per molte donne e sono spesso legate alla lunghezza dei capelli. Ma le cause possono essere diverse. Le punte rovinate infatti rendono i capelli crespi e non più pettinabili nel migliore dei modi, problema che chi ha i capelli corti non ha. Ma come fare per rimediare alle doppie punte dei nostri capelli ? Innanzitutto cerchaimo di comprenderne le cause che possono essere varie.

Ecco i principali motivi della formazione delle doppie punte :
  1. Capelli secchi
  2. Shampoo molto aggressivi
  3. Utilizzo del phon a temperature molto alte.
  4. Trattamenti chimici per il colore molto frequenti.
COME RIMEDIARE ALLE DOPPIE PUNTE DEI CAPELLI
I rimedi a questo problema possono essere vari anche se la prevenzione delle doppie punte passa da una spuntatura dei capelli di tanto in tanto. Per prima cosa esistono comunque degli shampoo per capelli stressati che agiscono sulle punte doppie pulendole per bene e permettendoci una migliore pettinatura della nostra chioma. L'olio di silicone presente all'interno di questo tipo di shampoo permette di ricoprire e riparare le doppie punte anche se non per molto tempo. La cosa importante da dire è che shampi del genere non possono essere usati sempre ma all'incirca una volta ogni tre shampi.

Il rimedio più utile è però spuntare i capelli ogni tanto ed almeno di un centimetro. Questo, oltre ad eliminare le parti finali con doppie punte del capello porteranno a farlo crescere più forte, più sano e più rapidamente. Ma vediamo altri rimedi per combattere questo problema.

Asciugatura capelli : quando i capelli sono bagnati sono più fragili del solito e bisogna evitare di togliere nodi che si sono formati. La cosa migliore è asciugarli con un asciugamano che possiamo tenere sul capo per un pò ma senza strofinare in maniera energica.

Oli per capelli ricci : sbrogliare i capelli ricci con doppie punte è un vero problema e per questo possono ritornare utili degli oli tipo quello di mandarle dolci, quello di Argan o Jojoba. Passate uno di questi oli tra le dita e massaggiate le zone dei capelli con le doppie punte.

Trattamento alla cheratina : esiste un particolare trattamento alla cheratina che i parrucchieri possono fare. Questo trattamento che si basa sull'uso del calore e di un particolare liquido, rende i capelli molto soffici e li rende più sottili rimediando a doppie punte e cresposità.

Utilizzo delle forbici calde : un altro rimedio diffuso è quello del taglio delle zone con doppie punte con forbici calde. Le lame vengono riscaldate in modo che il taglio sigilli il capello.

Uso minore del phon : il phon se utilizzato spesso ad alte temperature e troppo vicino ai nostri capelli può renderli, con il tempo, molto secchi e contribuire alla formazione delle doppie punte. Meglio evitare per un pò phon e piastre.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME RIMEDIARE ALLE SCOTTATURE DEL SOLE

COME RIMEDIARE ALLE SCOTTATURE DEL SOLE
COME RIMEDIARE ALLE SCOTTATURE DEL SOLE
Avete la pelle sensibile ed avete deciso di andare al mare o di stendervi sul terrazzo o balcone della vostra casa per prendere un pò di sole. Magari lo avete fatto nelle ore che vanno dalle 11 alle 16 (le più calde e pericolose d'estate) oppure senza utilizzare una crema protettiva adeguata. E chissà vi siete pure addormentati. Vi risvegliate scottati, con la pelle rossa e con il passare del tempo sentite un forte bruciore e dolore. Vi site presi una bella scottatura solare, un eritema solare che può davvero essere pericoloso soprattutto se avete nei nella zona interessata. Vediamo oggi come fare a rimediare alle scottature del sole, quelle terribili scottature solari che non sono solo esteticamente brutte ma pericolose in termini di salute.

Quando si sta più del dovuto sotto il sole si può andare incontro ad arrossamenti della pelle, ad eritemi solari e alla comparsa di vesciche. Ci si accorge di essere stati vittima di un' insolazione se ci si sente stanchi, con un pò di vertigini e con la pelle rossa e dolorosa se la tocchiamo. Ecco alcuni rimedi naturali molto utili ad alleviare il problema ma è chiaro che è sempre indispensabile andare da un medico di famiglia che visitandovi potrà darvi la giusta cura. Specificatamente è il dermatologo il dottore abilitato alle cure per questo tipo di problema.
COME RIMEDIARE ALLE SCOTTATURE DEL SOLE
ACQUA : l'acqua idrata la pelle accompagnata da una crema idratante. Quindi bevete molta acqua e fate una doccia nè fredda nè calda cospargendovi di crema idratante. Mangiare molta frutta e verdura come agrumi, carote, perperoni può velocizzare il processo di guarigione della pelle malata.

PATATE : fette di patate crude possono essere applicate sulle zone interessate dalla scottatura e portare una sensazione gradevole di freschezza. Tenetele circa 20 minuti e poi magari sostituitele con altre. Sul viso si potrebbe passare invece un succo di patate. Anche le patate cotte in acqua con un pò di sale possono essere utilizzate per curare un eritema solare ed evitare la comparsa di vesciche.

ALOE VERA : e chi non ha mai sentito parlare dell'aloe vera e delle sue mille proprietà. Il suo gel che si ottiene aprendo le sue spesse foglie, applicato su eritemi solari, su pelle con scottature, ecc..., porta un immediato sollievo e tende a far cicatrizzare il tutto più rapidamente.

PARIETARIA : tra le erbe cicatrizzanti, antinfiammatorie e con proprietà anche lenitive troviamo la parietaria, usata soprattutto quando le scottature sono leggere. Creare un unguento a base di quest'erba non è poi così difficile ma richede tempo e soprattutto bisogna stare attenti nelle dosi. Infatti l'unguento si prepara con ingredienti come acqua di malva, olio di oliva, farina di fave, albume di uovo, ecc... Insomma forse meglio comprare creme a base di questa erba già pronte. Se infatti ci siamo bruciati chi ci da il tempo di preparare il tutto velocemente ?

OLIO DI SEMI DI BAOBAB : viene estratto dal seme del Baobab ed ha importanti proprietà utili alla cura del rossore della pelle aiutandola anche a reidratarsi. Può essere comprato in erboristeria e spalmato nelle zone interessate.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELL'ALITOSI

COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELL'ALITOSI
COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELL'ALITOSI
Come si cura l'alitosi ? Cosa è l'alitosi o alito cattivo ? E certo perchè il cattivo odore proveniente dalla nostra bocca può essere curato ma è importante riuscire a capirne le cause che possono essere molteplici. Oggi vediamo di descrivere questo problema che molti hanno anche se non pensano di avere. Infatti il nostro alito cattivo spesso viene percepito da chi è a noi vicino ma non da noi stessi. Vedremo cause e rimedi per questo disturbo molto diffuso. Quindi se non sapete come fare ad eliminare il problema dell'alitosi allora continuate a leggere.

Un buon 50% della popolazione mondiale soffre di alito cattivo che può essere di tipo transitorio e cioè comparire per poche ore durante il giorno (magari dopo esserci lavati i denti per bene scompare) e di tipo persistente e cioè può durare per molto tempo (anche dopo esserci lavati i denti).

CAUSE DELL'ALITOSI
È quella di tipo persistente la meno diffusa tra la popolazione ma la più temibile e molti sono i fattori scatenanti di essa. L'alito è formato da vapore acqueo, da gas e scorie. Si forma con la respirazione ed inspirazione. Le cause possono essere moltissime e tra queste troviamo :
  1. Mancanza assoluta di igiene orale.
  2. Carie dentaria, tartaro, gengivite e piorrea.
  3. Ricostruzione mal fatta di protesi dentarie.
  4. Ingestione di particolari alimenti e bevande come aglio, cipolla, alcool, ecc...
  5. Uso di farmaci come antidepressivi, diuretici, antistaminici.
  6. Problemi legati all'apparato digerente o respiratorio come gastriti, tonsilliti e sinusiti.
  7. Gravi malattie come alcune legate ai reni o al fegato.
  8. Fumo delle sigarette.
  9. Poca salivazione.
COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELL'ALITOSI
RIMEDI AL PROBLEMA DELL'ALITO CATTIVO
Molte cause dell'alitosi sono dovute, come avrete letto, a problemi legati ai denti e quindi una bella visita dal vostro dentista di fiducia potrà sensibilmente ridurre se non eliminare del tutto il fastidioso problema. Dopo una visita dentale accurata che può trovare la causa in carie, tartaro, piorrea, ascessi, gengivite, ecc..., è chiaro che bisogna continuare a casa la cura lavando sempre i denti dopo ogni pasto con un buon dentifricio, utilizzando il filo interdentale, spazzolando per bene i denti posti dietro la bocca, spazzolando la lingua nella parte sopra e sotto sempre con il dentrificio ed infine utilizzando un colluttorio.

Se la causa deriva dal fumo di sigarette allora inutile dire che abbandonare questo assurdo vizio può far scomparire di colpo il problema dell'alito cattivo e così dicasi per l'alcool che porta alla produzione di batteri nella bocca e nel resto del cavo orale. Per quanto riguarda poi la saliva, dovete bere molta acqua perchè essa contribuisce a formarne di più e la saliva agisce da detergente della bocca. Quando l'alitosi dipende da farmaci non si può far nulla fino a quando questi farmaci non vengono più utilizzati. Ed infine se il problema è legato a malattie serie come il diabete o problemi gastrici, epatici o renali è chiaro che bisogna seguire le cure appropriate del medico di fiducia.

L'alitosi si può combattere e sconfiggere sempre ed udite udite può anche essere individuata facilmente grazie ad uno strumento che presto potrà divenire obbligatorio negli studi dentistici : si chiama HALIMETER ed è addirittura in grado di capire, attraverso il test del respiro di una persona, da dove deriva il maleodore e quindi se deriva dalla bocca, dai polmoni o dal naso.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELLE MANI SUDATE

COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELLE MANI SUDATE
COME ELIMINARE IL PROBLEMA DELLE MANI SUDATE
Avete le mani sudate e non sapete cosa fare ? Quali i rimedi alla mani sudate ? Come si cura l'iperidrosi palmare anche detta focale ? Ma soprattutto quali i motivi, quali le cause delle mani sudate che possono essere veramente un problema invalidante a livello sociale e quindi quando siamo con gli altri ? Vediamo oggi di capire per bene questa malattia conosciuta come iperidrosi palmare (eccessiva perdita di acqua dalle mani). Vedremo come fare ad eliminare il problema, che a volte diventa serio, della mani sudate, che spesso non ci facilitano nel lavoro. Non è detto che chi ha questa patologia sudi in altre parti del corpo così come suda dalle mani.

Diciamo subito che sudare è un processo fisiologico a cui noi tutti andiamo incontro. C'è chi suda meno e chi tanto ma tutti sudiamo perchè attraverso la pelle l'acqua all'interno del nostro corpo evapora per fare in modo che il nostro corpo abbia sempre una determinata temperatura interna di circa 36 gradi. Senza ilsudore la nostra temperatura potrebbe innalzarsi e creare problemi. Ma quando si suda molto, in situazioni in cui non sarebbe normale ed in particolari parti del corpo come le mani o i piedi, allora dobbiamo ricercare uan causa perchè questo tipo di sudorazione non è collegata ad un bisogno di termoregolazione del corpo. Ecco le principali cause dell'iperidrosi palmare :
  1. Stress
  2. Patologie
  3. Fattori ormonali
  4. Disfunzioni metaboliche
  5. Uso di farmaci ipertensivi
  6. Uso di farmaci antidepressivi
  7. Abuso di sostanze alcoliche
Generalmente chi è soggetto ad iperidrosi palmare va incontro a sudorazione anche fino al gocciolamento, temperatura più alta nel punto della sudorazione, desquamazione della pelle e secchezza di quest'ultima. Questi sono i principali sintomi che a volte possono anche essere accompagnati da prurito, soprattutto in presenza di desquamazione della pelle. Inoltre chi è soggetto a questo tipo di sudorazione potrebbe anche avere altri punti come i piedi o il volto con lo stesso problema anche se in misura minore.

Per capire le cause di questo problema che come abbiamo visto possono essere diverse, è possibile fare anche delle analisi del sangue ma è importante rivolgersi ad un medico che possa farci domande specifiche per comprendere se il fattore scatenante di questo problema possa essere lo stress, l'assunzione di alcool, ecc... È importante sottolineare infatti che l'iperidrosi può essere anche ereditaria, quindi sapere se qualcuno in famiglia ha già avuto questo disturbo è fondamentale per riuscire a trovare le giuste cure.

COME SI CURA L'IPERIDROSI DI TIPO FOCALE (PALMARE)
Ovviamente è la causa che conta nell'approccio al rimedio. Se una persona suda perchè è in un periodo di forte stress allora bisogna seguire una terapia antistress. Se una persona invece suda perchè svolge un'attività fisica molto importante oppure frequenta posti molto caldi, allora ridurre l'attività fisica e frequentare meno posti caldi ed afosi è l'ideale per diminuire il problema dell'iperidrosi. Così se la causa scatenante è l'assunzione esagerata di alcool o di altre sostanze come la caffeina o la nicotina. Smettere di bere e di fumare porterebbe a migliorare la situazione. È chiaro che quando il problema dell'iperidrosi deriva da fattori ormonali o disfunzioni metaboliche, un controllo dal nostro medico che potrà indirizzarci verso determinati esami è l'ideale.

Nella maggioranza dei casi la sudorazione eccessiva da alcune zone come le mani è dovuta a stati emotivi che non riusciamo a controllare come lo stress e l'ansia, quindi riuscire a controllare le nostre emozioni può portare ad una notevole riduzione del problema.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


COME ELIMINARE IL PROBLEMA DEL RUSSARE

COME ELIMINARE IL PROBLEMA DEL RUSSARE
COME ELIMINARE IL PROBLEMA DEL RUSSARE
"Come posso evitare di russare la notte ?" Come rimediare al fastidioso problema del russare, fastidioso soprattutto per chi convive nel nostro stesso letto ? Quale il motivo, le cause del russamento ? Sentir russare una persona può anche essere divertente ma non quando ci dormiamo assieme. Innanzitutto il russare può essere sintomo di patologie serie come il sovrappeso o l'occlusione delle vie respiratorie del naso. Se non sapete come fare per eliminare il problema del russare vostro o del vostro partner o familiare allora seguitemi e cerchiamo di capire per bene.

Bisogna individuare la causa. È sbagliato pensare che il russamento non dia problemi. Può darli ed anche seri. La maggior parte di coloro che russa molto duante la notte, di giorno si sente stanca come non avesse per nulla dormito. Questo perchè durante le fasi notturne vi sono delle apnee vere e proprie che possono anche durante molti secondi. Dopo queste apnee avviene una fase di respiro con il classico rumore del russare. Chi è malato di cuore, chi ha problemi circolatori o respiratori deve quindi stare molto attento e cercare di andare in un centro specializzato sui disturbi del sonno per porre rimedio dopo aver trovato la causa. Le apnee non è raro che portino a morte infatti.

Una delle principali cause del problema è la perdita di elasticità delle pareti della bocca, delle sue parti molli. Esse lo possono diventare col tempo in seguito a :
  1. Uso di sonniferi
  2. Ingestione di alcool
  3. Avanzare dell'età
Ma il problema può essere causato anche da :
  1. Adenoidi ingrossate
  2. Setto nasale deviato
  3. Tonsille ingrossate
  4. Ugola molto lunga.
  5. Grasso che si accumula sulle pareti della bocca.
Tecnicamente il suono del russare vien fuori dalle vibrazioni della parte superiore dell'interno della bocca. Ma vediamo alcuni rimedi, anche naturali per ridurre la sintomatologia o eliminarla del tutto.

SMETTERE DI RUSSARE - RIMEDI TRADIZIONALI
Per prima cosa una visita otorinolaringoiatra può farci capire se il problema dipende da tonsille ingrossate oppure da adenoidi all'interno del naso che ostacolano il passaggio dell'aria. Anche un setto nasale storto può essere la causa. In questi casi bisognerebbe intervenire chirurgicamente. Chi invece ha il problema a causa della sua obesità e quindi dell'aumento del grasso anche nella parte interna della bocca e gola, è meglio che inizi una dieta sotto controllo medico. Un altro utile rimedio sarebbe quello di indossare dei cerotti sul naso che allargano le cavità permettendo una migliore respirazione. In casi più gravi esistono anche delle vere e proprie maschere che permettono di respirare ossigeno di notte.

SMETTERE DI RUSSARE - RIMEDI NATURALI
Uno dei rimedi più semplici potrebbe essere quello di dormire senza il cuscino sotto la testa perchè la trachea, assumendo una diversa posizione, può permettere un migliore passaggio dell'aria. Poi esistono diversi oli prodotti da varie piante come il basilico proveniente dalla Cina. Da bambini chissà quante volte vostra madre vi ha cosparso il torace con un unguento, un balsamo a base di mentolo o eucalipto. Potreste utilizzare questo balsamo anche per rimediare al russamento, essendo il mentolo, l'eucalipto, ottimi per una migliore respirazione.

Un'altra cosa che bisogna tenere in considerazione è la pulizia interna del naso. Più il naso è pieno di muco più alta sarà la probabilità di russare e forte. Quindi prima di andare a dormire una bella pulizia utilizzando acqua e sale sarebbe l'ideale. Il sale permette facilmente di ripulire le cavità interne del naso.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


PER QUALE MOTIVO VIENE IL SINGHIOZZO

PER QUALI MOTIVI VIENE IL SINGHIOZZO
PER QUALE MOTIVO VIENE IL SINGHIOZZO
"Perchè ho il singhiozzo ?" Quali le cause di questo fastidio ? Come risolvere questo problema quando si presenta ? A chi non è mai capitato questo problema soprattutto in presenza di persone e magari questo ci portava un senso di inadeguatezza. Certamente il singhiozzo non è sempre un problema serio tranne che nei neonati ma è sempre meglio sapere come affrontare questo disturbo e soprattutto per quale motivo viene il singhiozzo.

La sintomatologia ha a che fare con un nervo detto frenico presente nel cervello ed il cui compito è controllare diversi organi ed anche muscoli tra cui il diaframma. Una usa irritazione può portare a delle contrazioni non volute e brusche del diaframma. Da qui il singhiozzo, visto che il diaframma è un muscolo fondamentale per la respirazione e l'inspirazione. Ma le cause per cui arriva il singhiozzo possono dipendere non solo da un'alterazione del nervo frenico. Anche noi con i nostri comportamenti possiamo creare le premesse per il singhiozzo. Ecco alcune cause :
  1. Stress ed agitazione incontrollata.
  2. Ingestione di bevande alcoliche.
  3. Ingestione di cibi e bevande in grandi quantità ed in fretta.
  4. Ingestione di bevande troppo fredde e poi troppo calde o viceversa.
  5. Passaggio da ambienti molto caldi ad ambienti molto freddi o viceversa.
Ma il classico suono "hic" da singhiozzo ripetuto e costante anche per vari minuti come viene ? La contrazione involontaria del diaframma porta alla chiusura di colpo della glottide che è una valvola che separa l'apparato respiratorio da quello digerente. Il suono viene proprio dalla chiusura rapida di questa valvola.

RIMEDI NATURALI AL SINGHIOZZO
Come abbiamo visto il singhiozzo non crea problemi seri ma potrebbe portare diversi fastidi che vanno oltre il senso di vergogna quando siamo insieme ad altri. Ad esempio uno stomaco pieno dopo aver mangiato (che può essere la causa dello stesso singhiozzo) può finire per portarci a vomitare. Infatti il singhiozzo improvviso può farci venire il rigurgito ed il rigurgito del cibo nell'esofago, questo si che può essere un problema, soprattutto nei neonati.

Ma quali i rimedi quindi per questo malessere passeggero ? Il primo e più antico rimedio è trattenere il fiato per circa 10-15 secondi facendo una profonda inspirazione. Così il diaframma si distende e tutto ritorna a posto. Se non riesce al primo tentativo allora riprovateci. Altri rimedi vi sono e li vediamo ora.

Bere acqua a sorsi
: questo metodo lo conoscerete già senz'altro e consiste nel bere acqua a piccoli sorsi rapidamente oppure metterne nella bocca un pò ma buttandola giù con forza.

bere limone : ingerire un cucchiaino di limone può davvero essere utile perchè il sapore aspro di esso ci fa trattenere il fiato per un pò riportando il diaframma nella sua posizione ottimale.

Agopuntura : state tranquilli, non dovete utilizzare aghi ma solamente le vostre unghie. Esiste un punto vicino la conca, in prossimità del condotto uditivo che se premuto con le unghie degli indici può portare rimedio al singhiozzo facendolo smettere. È la zona con la piega vicino la conca dell'orecchio.

Starnuto : strano a dirsi ma se riusciamo a starnutire mentre abbiamo il singhiozzo, possiamo farlo smettere perchè lo starnuto mette in moto diversi muscoli, oltre quelli facciali anche quelli intercostali ed il diaframma che può riprendere così il suo ritmo normale. Farsi venire uno starnuto non è difficile portando vicino il naso una piuma, un qualcosa che pizzica, odorando un flaconcino di pepe, ecc...

Concludiamo dicendo che il singhiozzo, se occasionale, non deve destarci preoccupazioni ma se ci viene spesso oppure quando ci viene persiste per ore, allora deve preoccuparci ed una visita medica è d'obbligo. Non dimentichiamo infatti che il nervo frenico che parte dal cervello interessa diversi punti importanti del nostro organismo come la membrana che ricopre il cuore (pericardio) ed anche l'apparato digerente. Infatti chi ha il classico reflusso esofageo (cibo che tende a risalire dallo stomaco all'esofago) può essere soggetto ad eventi, anche se brevi, di singhiozzo.
Iscriviti al mio FEED RSS Il miglior web feed rss


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricevi le news in e-mail :

Iscriviti al mio FEED RSS Il Miglior Web feed rss

Contattaci

Statistiche